Programma Manifestazioni Collaterali

 

Collegamenti rapidi:

COCKTAIL DI BENVENUTO  |  UNA PASSEGGIATA  NELLA TUSCIA  |  UNO SGUARDO ALLE VILLE PONTIFICIE  |  CENA DI GALA  |  BENEDIZIONE PAPALE

  

COCKTAIL DI BENVENUTO

cocktailIl cocktail di benvenuto sarà offerto la sera di venerdì 26 maggio 2017.
Alla chiusura della cerimonia inaugurale del congresso, i partecipanti si recheranno alla piscina-giardino dell’Hotel ERGIFE dove saranno allestiti i buffet.

Il cocktail di benvenuto è il primo momento di aggregazione dei congressisti quando, conclusa la cerimonia d’apertura dei lavori, si ritroveranno insieme dopo molto tempo e si riallacceranno ricordi e amicizie.

Per questi motivi, al cocktail si accede gratuitamente ma, per ragioni economiche ed organizzative, occorre che i congressisti si siano prenotati in anticipo, ossia entro il 15 maggio.

Questa data è stata concordata con l’Hotel in previsione dell’afflusso di circa 1.000 persone, per le quali occorre predisporre la location e provvedere all’approvvigionamento senza rischiare scarsità o sprechi.

Per qualsiasi esigenza o informazione di dettaglio, i congressisti possono rivolgersi alla segreteria del comitato organizzatore o ai singoli membri, utilizzando i riferimenti inseriti nel portale del congresso, sotto l’ottavo pulsante “Segreteria del Congresso”.

 

 

UNA PASSEGGIATA NELLA TUSCIA

27 maggio 2017


Ore 8:40 – Partenza dall’Hotel Ergife ed arrivo a Tarquinia per le ore 10:00. 

Visita guidata alla necropoli di Monterozzi

necropoli

La collina della necropoli etrusca di Monterozzi, lunga circa 6 chilometri e sede del nucleo principale della famosa necropoli di Tarquinia, si estende parallela alla costa tirrenica, tra questa e l’altura della Civita, dove sorgeva la fiorente città etrusca di Tarquinia.
Le tombe etrusche coprono praticamente tutto il colle della necropoli: se ne conoscono più di seimila, per la maggior parte camere scavate nella roccia e sormontate da tumuli etruschi.
Sono proprio questi ultimi, oggi ormai appena visibili sul terreno perché spianati dai lavori agricoli, che hanno dato al colle il nome popolare ed espressivo di Monterozzi.
La serie straordinaria di tombe dipinte – ne conosciamo circa 200 – rappresenta il nucleo più prestigioso della necropoli di Tarquinia che resta, per questo aspetto, la più importante del Mediterraneo, tanto da essere definita “il primo capitolo della storia della pittura italiana”.
L’uso di decorare con pitture i sepolcri delle famiglie aristocratiche etrusche è documentato anche in altri centri dell’Etruria, ma solo nelle necropoli di Tarquinia il fenomeno assume dimensioni così ampie e continuate nel tempo: esso è infatti attestato dal VII al II sec. a.C., cioè per quasi tutta la durata della vita della città etrusca.
Nel settore di necropoli, attualmente aperto al pubblico, é possibile ammirare alcuni degli ipogei dipinti più celebri, come le tombe delle Leonesse, dei Leopardi, della Caccia e Pesca, dei Giocolieri.


Ore 11:30 – Partenza da Tarquinia ed arrivo a Bolsena per ore 12:45.

Visita guidata della chiesa di S. Cristina

 

cristina

Questa basilica-santuario, tappa dei pellegrini sul percorso dell’antica via Francigena alla volta di Roma, ha ospitato per secoli fiumi di Romei.

Tra le sue antiche mura ha accolto personaggi celebri per la santità, l’arte, la letteratura e la storia, ma anche umili e anonimi uomini, tutti qui giunti alla ricerca di Cristo, sostenuti dalla testimonianza di chi per lui aveva donato la vita.

Questo luogo di culto affonda le sue radici nelle origini del cristianesimo stesso sulle rive del lago di Bolsena e ci offre, con le sue testimonianze archeologiche, storiche, artistiche e devozionali, un cammino umano che giunge fino a noi.

Due grandi eventi caratterizzano questo luogo: il martirio di Cristina e il miracolo eucaristico del 1263; il santuario infatti è particolarmente venerato, non solo per il culto verso santa Cristina vergine e martire il cui sepolcro, qui conservato e onorato fin da remota età, ma anche e soprattutto per il ricordo del notissimo miracolo eucaristico che ha dato origine al Corpus Domini.

 


Ore 13:30 – Pranzo

RISTORANTE “AI PLATANI”

platani

La cucina, personalmente curata dai titolari, oltre ad offrire piatti di scuola internazionale, va alla riscoperta delle antiche ricette locali basate principalmente sul pesce di lago e sugli ortaggi prodotti dai terreni vulcanici di Bolsena.

Il menu, concordato con lo chef, prevede:

Antipasto rustico con tartine e salumi della Tuscia

Tagliatelle agli asparagi

Arrostino misto con pollo, cosciotto di maiale al forno, agnello a scottadito

Patatine ed insalatina capricciosa

Bevande e caffè

Indirizzo:       Via Roma 2, 01023 Bolsena (VT)
Telefono:      0761.799079
Fax:                0761.798468
Contatto:       platani@bolsena.com


Ore 15:00 – Partenza da Bolsena ed arrivo a Montefiascone per le ore 15:20.

Visita della chiesa di San Flaviano

flaviano

Esempio architettonico principalmente di stampo romanico-lombardo, costruita a partire dall’XI secolo e successivamente rimaneggiata nel XIII e nel XV secolo, la Chiesa di San Flaviano ha la sua peculiarità nel risultare costituita da due edifici sovrapposti: due chiese vere e proprie, orientate in senso opposto l’una rispetto all’altra.
Inoltre, per la particolarità dei capitelli e delle decorazioni pittoriche costituisce un esempio di altissimo interesse per la storia dell’arte e dell’architettura, poiché le pareti presentano un complesso e articolato ciclo di affreschi, realizzati in un arco di tempo che va dal XIV al XVI secolo.
Nella chiesa di San Flaviano venne inumata nel 1113 la salma di Johannes Defuk, vescovo tedesco che, nel viaggio di ritorno da Roma, dove aveva assistito all’incoronazione di Enrico V ad Imperatore del Sacro Romano Impero da parte di Papa Pasquale II, si era fermato a Montefiascone, attratto dalla bontà del vino locale e ci era rimasto fino alla morte.
Il fedele servo Martino ne curò la sepoltura facendo incidere sulla lapide in peperino grigio della tomba, l’iscrizione in latino «Est est est pr nim est hic Jo De Fuk do meus mortuus est» che sta per «Est est est propter nimium est hic Johannes De Fuk dominus meus mortuus est» (Per il troppo EST qui giace morto il mio signore Johannes Defuk), iscrizione che può essere letta ancor oggi.

 


Ore 15:45 – Sosta enogastronomica

CANTINA DI MONTEFIASCONE

montefiascone

La Cantina di Montefiascone è la più antica realtà vitivinicola della Tuscia e, in particolare, della zona a Denominazione di Origine Controllata del famoso e storico vino EST!EST!!EST!!!

Scopo preminente della Cantina è quello di incrementare e valorizzare la lavorazione delle uve per la loro trasformazione in vino, facendo riferimento a specifiche tecnologie italiane coerenti con il disciplinare della denominazione d’origine; il tutto in un territorio particolarmente vocato per la qualità del suo terreno vulcanico grigio che circoscrive il Lago di Bolsena.

Nella Cantina vengono utilizzate avanzate tecnologie prevalentemente di tipo fisico, evitando l’uso di coadiuvanti chimici; da qui la pigiatura soffice, la fermentazione termo-controllata, l’imbottigliamento sterile.

Occasione unica per una degustazione da raccontare agli amici!

 


Ore 17:00 – Partenza da Montefiascone ed arrivo all’Hotel ERGIFE per le ore 18:30.

 

ergife

 

Quota di partecipazione € 50,00

 

La quota comprende:

  • viaggio in pullman GT
  • assicurazione medica
  • biglietto d’ingresso alla Necropoli di Tarquinia
  • guide al seguito per tutto l’itinerario
  • noleggio “vox”
  • parcheggio pullman
  • pranzo in ristorante a Bolsena
  • mance

La quota non comprende tutto quanto non incluso sotto la voce precedente.

 

 

 

UNO SGUARDO ALLE VILLE PONTIFICIE

27 maggio 2017

 


Ore 9:00 – Partenza dall’Hotel Ergife ed arrivo in Vaticano per le ore 9:30.

Visita guidata AI GIARDINI VATICANI

vaticani

I giardini sono il luogo di riposo e di meditazione del Romano Pontefice sin dal 1279, quando papa Niccolò III – Giovanni Gaetano Orsini, 1277-1280 – riportò la residenza papale dal Laterano al Vaticano.
Molte sono le testimonianze storico-artistiche rinvenibili nei giardini e molte sono anche le fontane, fra le quali quella della Galera, risultato di tre secoli di elaborazioni e cambiamenti.
Nei Giardini si trovano, oltre alle Mura, alle Casine e ai giochi d’acqua, anche tempietti, santuari e grotte dedicate alla Madonna; piante, alberi, fiori, arbusti, rampicanti provenienti da ogni parte del mondo completano il giardino.
Nel giardino, infine, si trova anche la stazione ferroviaria del Vaticano, dalla quale partirà il treno che ci condurrà alle Ville Pontificie di Castel Gandolfo.

 

 

 


Ore 11:00 – Partenza dalla stazione ferroviaria del Vaticano con il treno delle Ville Pontificie ed arrivo a Castel Gandolfo per le ore 12:15.

Visita guidata AI GIARDINI DI VILLA BARBERINI

barberini

La villa fu costituita da Taddeo Barberini, nipote di Urbano VIII, acquistando due proprietà nel 1628 e nel 1631.
I lavori per la costruzione della palazzina e per la sistemazione dei giardini, forse affidati a Gian Lorenzo Bernini, terminarono nel 1635 e consistettero nell’ampliamento del preesistente casino di caccia di monsignor Scipione Visconti.
All’interno delle proprietà della villa si trovano abbondanti resti della zona residenziale e monumentale della villa di Domiziano: il teatro, il criptoportico, l’ippodromo ed altre strutture minori.
La villa è collegata al Palazzo Pontificio da un viadotto, costruito nel 1773, nel punto in cui tre anni prima cadde da cavallo Clemente XIV, fratturandosi una spalla.
Incantevole la passeggiata nei giardini delle magnolie, nel viale delle rose e delle erbe aromatiche.

 

 

 


Ore 13:45 – Pranzo

RISTORANTE “IL GROTTINO”

grottini

Il ristorante Il Grottino è un delizioso locale a gestione familiare che da anni soddisfa le esigenze di gusto di una clientela abituale e non. La cucina è molto rinomata perché propone pietanze semplici e genuine che includono i piatti tipici locali e le specialità mediterranee. Il ristorante realizza una cucina stagionale fatta di ingredienti genuini che il cliente ha sempre apprezzato. Il menu, concordato con lo chef, prevede:

Mezze maniche ai funghi porcini
Pollo alla cacciatora
Patate
Insalata
1/2 acqua minerale
Caffè

Indirizzo:       Via Saponara 2, 00040 Castel Gandolfo (RM)
Telefono:      06.9361413
Contatto:       ilgrottinocastello@gmail.com


Ore 15:45 – Trasferimento a Piazza della Libertà

Visita DEL PALAZZO APOSTOLICO

apostolico

Il progetto del Palazzo Apostolico fu affidato a Carlo Maderno che lo realizzò nel 1629 con l’aiuto dei suoi assistenti Bartolomeo Breccioli e Domenico Castelli.
Benché promotore della sua costruzione, Urbano VIII non vi abitò mai preferendo risiedere nella vicina Villa Barberini; il primo pontefice a villeggiarvi fu il senese Alessandro VII, che completò l’edificio con la facciata principale e l’ala occidentale, cui contribuì anche Gian Lorenzo Bernini.
Durante la visita sarà possibile ammirare il Salone degli Svizzeri, la Sala del Trono e la Sala del Concisoro, fino ad arrivare a spazi più strettamente riservati all’uso esclusivo del pontefice, come la Biblioteca e lo Studiolo Privato. Particolarmente suggestiva potrà essere la visita di due luoghi che hanno segnato vicende degne di essere narrate nei libri di storia: la camera da letto del Santo Padre, dove terminarono la loro vita terrena Pio XII e Paolo VI e rimasta celebre anche per essere stata riservata nel 1944, durante la seconda guerra mondiale, ad alcune partorienti nascoste lì da Papa Pacelli; molti dei bambini partoriti nel giaciglio del papa vennero battezzati col nome di Eugenio come segno di riconoscenza verso Papa Pacelli che portava quel nome. Sarà visitabile anche la Cappella Privata, dove per la prima volta il pontefice emerito Benedetto XVI e il neo eletto Papa Francesco, hanno pregato insieme.


Ore 17:00 – Partenza in pullman da Castel Gandolfo ed arrivo all’Hotel ERGIFE per le ore 18:15.

ergife

 

Quota di partecipazione € 76,00

 

La quota comprende:

  • viaggio in pullman GT
  • assicurazione medica
  • biglietto d’ingresso alle Ville Pontificie
  • guide al seguito per tutto l’itinerario
  • noleggio “vox”
  • parcheggio pullman
  • pranzo in ristorante a Castel Gandolfo
  • mance

La quota non comprende tutto quanto non incluso sotto la voce precedente.

 

 

CENA DI GALA

La Cena di Gala si svolgerà la sera di sabato 27 maggio 2017.

 

Alle ore 20:00 i partecipanti si concentreranno davanti alla hall dell’Hotel ERGIFE per essere avviati ai pullman.

Alle 20:45 circa i pullman lasceranno i partecipanti nei pressi della Fontana di Trevi per ammirare l’imponente scenografia in versione notturna.

 

trevi

La Fontana di Trevi, adagiata su un lato di Palazzo Poli, è la più grande e una fra le più note fontane di Roma ed è considerata una delle più celebri fontane del mondo.

Progettata e iniziata da Nicola Salvi, che vinse il concorso indetto da papa Clemente XII nel 1732, è stata completata trent’anni dopo da Giuseppe Panini; appartiene al tardo barocco ed è stata costruita con travertino, marmo, intonaco, stucco e metalli.

A poca distanza si trova la Galleria Colonna, oggi dedicata ad Alberto Sordi.

La storia della galleria risale al 1872, anno in cui fu proposto l’ampliamento dell’antistante piazza Colonna per adeguarla alle mutate esigenze della zona, dopo l’insediamento della Camera dei Deputati nel vicino palazzo di Montecitorio.

Riaperta il 7 dicembre 2003, dopo la ristrutturazione, è stata intitolata all’attore romano Alberto Sordi, scomparso proprio quell’anno.

 

 

roma

La cena avrà inizio alle 21:30 con il seguente menu, rivisitazione della cucina romana:

Antipasti a buffet

Gran tagliere di salumi e formaggi DOP
Insalatina di couscous con bocconcini di pollo e verdure
Bufala di Mondragone
Salmone marinato “in casa” con salsa allo yogurt e frutti di bosco
Catalana di polpo
Filetto di tacchino croccante con salsa agrodolce
Salsiccette di Guarcino con cime di rapa

 

Primi e secondo serviti

Risotto cacio e pepe con fiori di zucca e bufala
Paccheri all’amatriciana con guanciale di cinta senese
Bocconcini di Angus con salsa al Cesanese e patate

Dolci a buffet

Torta LIONS
Tiramisù
Panna cotta con frutti di bosco
Mousse alle fragole
Bombe calde con crema pasticcera
Torta caprese

Acque minerali
Prosecco di Valdobbiadene
Vino bianco
Vino rosso
Caffè

Luci e musica dal vivo allieteranno la serata e i musici itineranti – seguendo la tradizione romanesca – intratterranno i commensali invitandoli a cantare con loro.

Al termine della serata, anche con partenze scaglionate a seconda delle esigenze di gruppi di partecipanti, i pullman rientreranno all’Hotel ERGIFE dopo un percorso di circa mezz’ora.

 

ergife1

 

Quota di partecipazione € 80,00

 

Indirizzo: Via dei Sabini 15, 00187 Roma
Telefono: 06.85355431
Contatto: info@galleria-restaurant.it

 


BENEDIZIONE PAPALE

 

La domenica a mezzogiorno, quando iniziano i rintocchi del campanone, il papa si affaccia dalla finestra del suo studio – la seconda da destra all’ultimo piano del Palazzo Apostolico – per parlare ai fedeli, recitare l’Angelus e impartire loro la benedizione. 

benedizione

Da qualche minuto gli occhi di tutti sono rivolti verso la finestra più famosa del mondo, attendendo con curiosità e trepidazione l’apparire della veste bianca. 

Domenica 28 maggio, alla stessa ora, i partecipanti al congresso nazionale, non delegati, potranno trovarsi in Piazza San Pietro per salutare il papa. 

La partecipazione è a titolo gratuito e il comitato organizzatore del congresso metterà a disposizione dei partecipanti – i pullman necessari con partenza alle ore 10:30 e ritorno alle ore 13:30. 

I partecipanti dovranno rispettare scrupolosamente gli orari dei pullman e indossare il giubbotto giallo.